Ipermetropia

Ipermetropia

Dei difetti della vista, l’ipermetropia è uno dei meno conosciuti, anche se abbastanza comune: colpisce, infatti, circa il 5% della popolazione. Per semplificare, possiamo dire che l’ipermetropia è il difetto di refrazione opposto della miopia, nel quale la luce proveniente dagli oggetti, sia da quelli lontani sia da quelli più prossimi, non viene perfettamente messa a fuoco sulla retina, ma su un piano posto dietro a essa, obbligando i muscoli interni dell’occhio a un continuo sforzo per cercare di mettere a fuoco le immagini. Chi soffre di ipermetropia ha difficoltà nel guardare oggetti vicini e lontani, cosa che gli rende necessario lo strizzare gli occhi. Inoltre muscolo ciliare, è sottoposto a uno stress continuo per compensare il difetto modificando la forma del cristallino per mettere a fuoco l’immagine sulla retina.

La diagnosi, la prescrizione di occhiali o lenti a contatto deve essere fatta esclusivamente dal medico Oculista in eventuale collaborazione con l’Ortottista; questo difetto refrattivo è una delle cause più comuni di strabismo nel bambino e lo sviluppo di ambliopia (l’occhio pigro) che se non curati tempestivamente porterà ad un defict visivo permanente nel piccolo paziente con difficoltà anche nell’apprendimento scolastico. Oggi l’ipermetropia, in età adulta, si può correggere anche con il laser, raggiungendo altissimi livelli di sicurezza e precisione.