Frutta e Verdura

Frutta e Verdura

Una delle raccomandazioni più comuni quando si tratta di mantenere una sana alimentazione è quella di mangiare alimenti che ricoprano lo spettro cromatico dell’arcobaleno. Oltre alla raccomandazione di consumare 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura, è importante variarne i colori che, infatti, indicano la presenza di alcune sostanze fondamentali per l’organismo: rosso, verde, rosa, viola, blu, a ogni colore corrispondono determinate sostanze. Tra queste sostanze, ricordiamo gli antociani, che danno ad alcuni alimenti il colore blu, viola o rosso. Gli antociani sono un gruppo di pigmenti presenti in natura che, grazie alla presenza di un gruppo chimico sensibile al pH, donano i colori rosso, viola e blu. Gli antociani fanno parte di una categoria più ampia di sostanze chimiche di origine vegetale chiamate flavonoidi, che abbondano in tutte le parti delle piante: frutti, semi, germogli, fiori e foglie.

I flavonoidi sono noti per le loro proprietà antiossidanti e la loro capacità di distruggere i radicali liberi, nocivi per la nostra salute; hanno inoltre un ruolo fondamentale nella riparazione dei danni cellulari. Frutta, verdura e cereali con sfumature rosse, viola, blu o nere tendono a essere ricchi di antociani. In particolare, tra i frutti più ricchi di antociani ci sono le bacche, dalle bacche di sambuco, ai mirtilli, alle more, ai lamponi. Anche le fragole ne contengono in quantità da non trascurare. Oltre alle bacche, gli antociani si trovano in altri frutti come prugne nere, arance rosse, mele rosse, ciliegie e melograno. Gli antociani sono responsabili inoltre della colorazione del vino rosso, essendo concentrati soprattutto nella buccia di uva rossa e uva nera. Tra le verdure, indichiamo cavolo rosso, cipolle rosse, ravanelli rossi, cavolfiore viola, mais viola e la melanzana viola. Anche i fagioli neri contengono antociani.